CAPITOLO TERZO

 

 


REGOLA 4: Le Società

 

 

1.Denominazione Sociale

 

a.    La denominazione sociale, cioè il nome di ciascuna società calcistica o squadra, viene stabilita dal rispettivo allenatore e può essere:

 

-       un nome di fantasia;

 

-       il nome di una vera società calcistica italiana o straniera, di qualunque serie o divisione.

 

b.    Un allenatore non può adottare un nome già scelto da un altro allenatore.

 

c.    Una volta scelto il nome della società, non è più possibile modificarlo per il campionato in corso. (E’ consigliabile mantenere il nome della squadra anche nei campionati successivi per dare una certa ‘continuità storica’, e conseguente rivalità, ai campionati della Lega.)

 

 

2. Calendario

           

Il Calendario viene stilato a sorteggio, viene redatta la prima giornata il quale assegnerà il numero di squadra che di conseguenza andrà a comporre il resto del calendario degli incontri.

 

3. Capitale sociale

 

a.    Ciascuna società dispone per l’Asta iniziale di un capitale sociale di 250 crediti, che dovrà spendere per acquistare i calciatori.